Tags

, , , , , , , , , ,

A few days ago we went to a vegetarian restaurant.

I am the only vegetarian in the family, and honestly I am pretty proud of it. When I was about 8 I decided I didn’t want to eat meat and fish any longer, I felt the responsibility towards the animals and stopped eating them helped by my mum, who was always looking for alternative recipes.

However, I often felt weak and was very pale, and the doctor advised me to start eating it again. I felt horrible, but ate a hamburger sometimes, some meat balls and ham, that’s all. Fact was that I felt so guilty, I enjoyed the taste of it, but I always had this feeling of killing animals. I ate meat about once every two weeks and that obviously didn’t help my weakness. That added just guilt to my daily life.

Therefore, when I moved to University, and was old enough to cook for myself, decide for myself, have opinions etc I decided not to buy meat any longer. That was so easy, it felt totally right, and honeslty I didn’t give if I was looking pale, I have always looked pale, so do I now, haha.

Fact is, that in Italy vegetarianism is still not totally accepted, or at least, not known. Every single person (except one) whom I told I am vegetarian looked at me as if I was crazy and the most recurring responses were “but, meat is delicious!” “You are insane, they live to be killed”.

I have not had the opportunity to go to restaurants like I did before, not many people wants to invite a vegetarian, and if you ask the staff of a restaurant if they have any vegetarian dish they most likely say “yes, we have some fish dishes”. Or they make you spaghetti with sauce, and I am ok with that.

Anyway, I hope people here will understand my choice more and more and unsderstand that it is possible to live without eating meat. People are also very attached to their traditions of course, like hunting and eating what they’ve hunt. I live in a place where most times of the year I see hunters walking by, hear them shoot and hear their conversations about hunting. I have to acknowledge that I cannot easily understand their feelings toward it, when I was a child I used to look at them as if they where the worst evil enemies of my existence, but now that I am an adult I have to let them make their own choices without getting angry everytime I see them with a wild boar they just killed.

Finally, I wish italian society would be more open and I hope it will soon understand that being a vegetarian is not a crime, but a choice. I wish people would be more informed, because, for example, that doctor saying that I HAD TO eat meat in order to be healthy, was obviously misinformed, and I want people to know that you can live and be healthy substituting other products, such as tofu, grains, legumes and so on to meat;

What do you think about vegetarianism, do you accept it, understand it, see the reasons but would never become vegetarian..? I am very very interested in knowing your opinions about this matter. This is one of the topics I prefer talking and most of all thinking about, so shoot your opinions!

Oh, and, that restaurant is the only one in my region, and it was the most delicious dinner I had since forever. Really.

Alcuni giorni fa siamo andati a un ristorante vegetariano, e io indossavo questo vestito a fiori comprato da Zara l’anno scorso, devo ammettere che tiene caldissimo anche se non sembrerebbe.

Sono l’unica vegetariana nella mia famiglia e devo dire di andarne decisamente fiera. Quando avevo circa 8 anni decidetti che non volevo più mangiare nè carne nè pesce, sentivo la responsabilità nei confronti degli animali, così smisi di mangiarli, con l’aiuto di mia mamma che era sempre alla ricerca di ricette alternative.

Fatto sta che mi sentivo spesso debole ed ero pallida, così il dottore mi suggerì di cominciarla a mangiare di nuovo. Mi sentivo una schifezza, ma ogni tanto cominciai a mangiare degli hamburger, delle polpette e del prosciutto, tutto lì. Mi sentivo così in colpa, mi piaceva il gusto, ma sentivo sempre la sensazione di aver ucciso un animale. Mangiavo carne circa una volta ogni due settimane e ovviamente non servì a combattere il mio sentirmi debole. Aggiungeva solo un senso di colpa alla mia vita.

Perciò, quando mi traferii in città per l’Università, ero abbastanza grande da cucinare per me stessa, avere un mio proprio pensiero e decidere ciò che mi pareva più giusto. Decisi dunque di non comprare carne e di non mangiarla più. Fu così facile e mi fece sentire così bene, come se stessi facendo la cosa giusta. E sinceramente non me fregava molto se ero pallida: lo sono sempre stata, lo sono ora e penso che lo sarò per sempre =).

In Italia il vegetarianesimo non è ancora molto accettato, e comunque non conosciuto. Ogni singola persona alla quale ho detto di essere vegetariana (eccetto una) mi ha guardato storto, come se fossi pazza e le reazioni più comuni furono “ma la carne è così buona”, “tu sei fuori, quesgli animali vivono per essere ammazzati”.

Non ho avuto tutte le opportunità di mangiare fuori che avevo prima, gli staff dei ristoranti alla domanda “Avete qualcosa che può mangiare un vegetariano” di solito rispondono “Sì, il pesce”. Oppure ti fanno la pasta al sugo, che a me tra l’altro va benissimo (a costo di non pagarla una fortuna ^^).

Comunque spero che la gente capisca una decisione come questa sempre più spesso e che la accetti e che capisca soprattutto che si può sopravvivere non mangiando carne. Ovviamente le persone sono molto legate alle proprie tradizioni, come quelle della pesca e della caccia. Io vivo in un posto dove durante gran parte dell’anno vedo passare i cacciatori con le loro prede, sento i loro spari e i loro discorsi quando tornano a casa con un cinghiale. Devo ammettere che non riesco a capire cosa li porta a farlo, ma ho cambiato atteggiamento. Da piccola li guardavo con un odio profondo, come se fossero il nemico peggiore. Ma ora ho capito che arrabbiarsi non serve a niente, loro lo faranno ugualmente, è una loro scelta, come la mia.

Infine, spero che la società italiana si apra sempre di più alle persone vegetariane, che le persone comincino a capire che non è un crimine, m solo una scelta. Vorrei che le persone fossero più informate, cosa che, ad esempio, quel dottore, anni fa, non era. Mi disse che DOVEVO mangiare carne per essere sana. Per fortuna ora so che non è così e che basta sostituire in modo appropriato la carne con legumi,cereali, tofu e seitan.

Cosa pensate voi di chi è vegetariano, lo accettate, storcete il naso, lo capite, ma non lo sareste mai, lo evitate..? Sono profondamente interessata a sapere la vostra opinione a proposito, quindi non esitate a commentare qui sotto!

Ah, e quel ristorante, pur essendo l’unico vegetariano nella mia zona, mi ha sorpreso. Uno dei ristoranti migliori dove io abbia mangiato nella mia vita. Veramente.

Advertisements